venerdì 14 ottobre 2011

Horror anni 80:Alessandra Mussolini e l'italodance in Giappone.



A partire dagli anni '60 ,molti cantanti italiani incisero canzoni in lingua giapponese.
Dopo Mina e Bobby Solo ,anche una cotonassima Alessandra Mussolini tentò ,nel lontano 1983,di scalare le classifiche nipponiche con il disco 'Amore'.I risultati furono discutibili e oggi la Mussolini si dedica esclusivamente all'attività politica.



Tokio Fantasy,primo singolo estratto dall'album.
L'album fu pubblicato dalla Alfa e distribuito esclusivamente  per il mercato giapponese.
Al disco collaborano il noto pianista Hiroshi Sato
e Cristiano Malgioglio,che contribuisce con alcune delle peggiori canzoni da lui mai scritte.
Ad affondare definitivamente il tutto,nonostante la pronuncia del giapponese sia accettabile,è la voce piatta  della Mussolini.








Malgrado questo  oggi 'Amore' è un pezzo da collezione,molto ricercato dagli amanti del genere trash.
Per una copia del disco in buono stato,soprattutto se accessoriato col magnifico poster in formato gigante,gli appassionati arrivano a spendere anche 500 euro!



Ecco due delle canzoni presenti nel disco:

'Tokio Fantasy',primo singolo estratto dall'album.





Il secondo singolo 'Amai Kiouku'.















2 commenti:

  1. Grazie per aver linkato i video del mio canale :) Ti saluto.

    RispondiElimina